La prostituzione relazionale è un fenomeno altamente diffuso nella società odierna; si tratta di un’espressione volutamente provocatoria, che esprime le conseguenze di un atteggiamento comunicativo eccessivamente accondiscendente.

La “prostituta relazionale”è quella persona che, per sentirsi apprezzata, per ottenere il consenso, l’approvazione e la riconoscenza degli altri antepone i bisogni altrui ai propri. La persona è eccessivamente disponibile e sempre attenta a quello che gli altri pensano, fanno, potrebbero pensare o fare perdendo di vista se stessa perché, continuamente, da importanza al giudizio degli altri più che al proprio. E’ dal giudizio degli altri che non riesce a liberarsi finendo col distorcere completamente le relazioni. Una persona che ci sostiene, che tiene conto dei nostri bisogni e delle nostre necessità è gratificante ma ognuno di noi sa che è tutta un’altra cosa avere a che fare con una persona che è sempre accondiscendente.

La tragedia di queste persone è che, alla fine, sono le più sole, perché sentono di esistere per quello che fanno, non per quello che sono. Paradossalmente, più si sforzano di compiacere gli altri più si sentono Continua a leggere