Bassa autostima e insicurezza sono concetti dei quali si scrive e si dice molto sui giornali, in tv e su Internet; escono continuamente manuali o libri che promettono di aiutarci a vincere l’insicurezza, migliorare la nostra autostima e così via.

DI COSA SI TRATTA IN REALTÀ?

A tutti è capitato nella vita di sentirsi insicuri, o poco fiduciosi nella propria capacità di ottenere un risultato. Questo è normale. Quando però queste sensazioni sono costanti e ripetute nel tempo, può nascere un vero e proprio blocco nella relazione con gli altri e con il mondo. La persona comincia a sentirsi, in un certo senso, inadeguata alla vita, non all’altezza della propria stessa esistenza.

LE ASPETTATIVE

È impossibile che non si sia all’altezza della propria vita;  tutto quello che viviamo oggi lo abbiamo costruito noi nel tempo, quindi è già merito nostro. Se mai possiamo essere non all’altezza di aspettative troppo forti che gli altri nutrono nei nostri confronti. Il problema è che, a volte, le aspettative degli altri finiscono per diventare nostre, e qui nasce questa sorta di “cortocircuito”.

Questa problematica di continua bassa autostima e insicurezza è conosciuta dagli psicologi fin dai primi studi della fine del 1800; ci si accorse che una bassa stima di sé poteva condizionare tutti i comportamenti della persona. Quello che si crea è, in altri termini, un vero e proprio circolo vizioso: io mi aspetto troppo da me, provo ad impegnarmi, ma siccome non ottengo ciò che mi aspettavo, penso sia colpa del poco impegno. Allora aumento ancora di più le mie aspettative, ma così facendo continuo a non raggiungerle… Il risultato è che credo sempre meno nella mia capacità di ottenere risultati.

Bassa autostima e insicurezze: sintomi e conseguenze

Questo circolo vizioso porta a sentirsi sempre più insicuri e poco convinti di ogni scelta e di ogni azione che si intraprende. Tal volta si arriva alla certezza di essere assolutamente incapaci di affermare sé stessi e le proprie idee. In alcuni casi, per difendersi da questa sensazione così spiacevole, si può arrivare a non riconoscere neanche più quali sono le proprie idee, per non soffrire della propria incapacità di affermarle in maniera chiara e forte.

Con il passar del tempo si consolida la sensazione di non essere all’altezza di nessuna situazione: sul lavoro, in famiglia, a scuola o all’università, nelle relazioni sentimentali e sociali (può svilupparsi una vera e propria fobia sociale).

Generalmente chi ha problemi di bassa autostima e insicurezza non riesce a prendere decisioni su sé stesso e sulle persone che, in qualche modo, dipendono da lui: chiede continuamente conferma agli altri, ritiene ogni proprio successo frutto del caso o dell’aiuto di qualcun altro, mentre ogni insuccesso è conferma della propria incapacità.

In questo video ti fornisco 3 suggerimenti pratici per aumentare la tua autostima e sicurezza. Chiaramente non possono sostituirsi ad un percorso vero e proprio cucito ad hoc sulla persona specifica. 

Bassa autostima e insicurezza: uscirne con la terapia breve strategica

La Terapia Breve Strategica prevede l’uso di specifiche tecniche per aiutare la persona ad uscire da questo cortocircuito. Grazie a queste tecniche, gradualmente, la persona può apprendere, o riapprendere, come fidarsi maggiormente di sé stessa. Migliorando la propria autostima giorno dopo giorno. Abituandosi a procedere nella propria vita senza doversi appoggiare sempre agli altri e al loro aiuto.

Su più di 20.000 casi trattati si registra una percentuale di successo sui problemi di bassa autostima e insicurezza tra l’84% e il 90%.