Non cambiare tutte le tue abitudini. Cambiane solo una.

Tutti hanno una nuova lista di buone abitudini per te. C’è sempre una nuova abitudine.

Tre anni fa era la meditazione. 
Due anni fa erano le docce fredde. 
Quest’anno sono le saune e la cromo-terapia.

Tutte queste abitudini vanno bene e probabilmente fanno bene, ma nessuna lista di sane abitudini farà davvero la differenza che stai cercando.

.   .   .

Erano le 8:30 del mattino e dovevo tenere un discorso alle 7 di sera. Per paura di sentirmi male e vomitare ho mangiato solo una banana durante tutta la giornata. Ho impostato il mio telefono in modalità aerea per non avere distrazioni o avere lo stress delle notifiche. Ho pensato:

“Chi sono per andare sul palco e parlare di come migliorare la tua vita?”

 Cosa penserebbe la gente di me? Quasi non sono salito sul palco.

Sono salito, il cuore mi batteva forte. Ma non mi sentivo male. Mi sentivo potente.

Cosa è cambiato? 
Settimane prima, ho iniziato a seguire una nuova abitudine.

.   .   .

L’abitudine di credere in te stesso.

Sembra banale come l’inferno. È la verità però.

Molto prima di questo discorso avevo letto che la maggior parte delle persone che ammiriamo o non sanno cosa stanno facendo o hanno capito tutto. 

In effetti, l’unica abitudine comune a tutti quelli che ammiravo era che, nel compiere la loro “impresa”, sentivano la paura e lo facevano comunque.

abitudini
Immagine di credito: Ben Lionel Scott

L’abitudine che tutti seguivano era credere in se stessi, qualunque cosa facessero. È facilmente comprensibile che non importa quanta pratica hai fatto, quanto studio hai alle spalle o quante persone hai incontrato, nulla ti è mai garantito. L’unica garanzia che hai è che sei abbastanza e che l’esperienza, buona o cattiva che sia, ti insegnerà qualcosa.

Prima di salire sul palco (paura di parlare in pubblico?), o fare qualunque altra cosa, quest’abitudine di credere in te stesso assomiglia a questo:

  • Dire a te stesso cosa hai ottenuto
  • Alzarti in piedi e tenere le spalle dritte
  • Disconnetterti dal risultato
  • Abbracciare la paura e andare avanti

Questa è l’immagine di questa abitudine chiamata credere in te stesso. Voglio che tu veda questa lista nella tua mente.

.   .   .

Era un’abitudine che ha dato il via a tutto.

Non una lista di abitudini. L’impulso proveniva da una sola.

Le infinite liste di abitudini che trovi in ​​post, articoli, giornali mancano di una lezione fondamentale: tutto ciò che di buono ci può essere nella tua vita parte da una piccola abitudine.

Dalla mia esperienza, da questa abitudine inizia la tua crescita, ma è la più difficile. Tutte le altre sono semplici quando hai acquisito questa. Non c’è nessuna forza o persona esterna che, nel bel mezzo di una situazione difficile, possa dirti di credere in te stesso.

L’abitudine più duratura e importante di tutte è interamente coltivata da te, nella tua mente, attraverso un dialogo interno che nessuno può sentire.
Se tu potessi essere solo due minuti nella testa di uno dei tuoi eroi quando è di fronte alla paura o in una situazione difficile, vedresti di cosa sto parlando.

L’impulso che deriva da questa abitudine è molto oltre qualsiasi altra cosa abbia vissuto. È l’abitudine segreta che impari a tirar fuori ogni giorno, quando affronti la negatività e i rifiuti che il mondo dà senza preavviso.

.   .   .

Scegli te stesso.

Ecco di cosa si tratta questa unica abitudine. Scegliere te stesso prima di considerare qualsiasi altro pensiero.

È la realizzazione nella tua mente che puoi fare qualsiasi cosa anche se non hai idea di come.

Devi credere in te stesso prima che lo faccia chiunque altro.

Scegliendo te stesso e credendo in te stesso, tutte le altre abitudini diventano utili elementi che puoi aggiungere a queste fondamenta.

 

Erica Badalassi – Psicologa ad orientamento breve strategico

 


 

Fonte: Tim Denning, 2018 – Medium, “Don’t Change All Your Habits — Just Change One